Contatti

Contatti gruppoo ACAM - La Spezia
Sede legale e amministrativa:
Via A.Picco, 22
19124 La Spezia

Sede operativa:
Via Privata Terralba, Loc. Pomara
19021 Arcola (SP)

Cap. Soc. € 6.313.620,00 i. v.
CCIAA REA
Reg. Imprese La Spezia
C.F. e P.IVA 01035830114

PEC:
direzione.acamambiente@acamspa.postecert.it

Numero Verde ACAM Ambiente SpA

 - 


ATTENZIONE

 

ATTENZIONE

IL SITO WWW.ACAMSPA.COM NON E’ PIU’ ATTIVO

Per informazioni sui servizi idrici o ambientali di Acam Acque e
Acam Ambiente vi preghiamo di consultare i seguenti siti:


www.acamacque.it


www.acamambiente.com

Con decorrenza 1^ novembre 2018, Acam S.p.A. è stata fusa per incorporazione in Iren Spa. A seguito della predetta fusione Iren Spa è subentrata nella titolarità dei rapporti giuridici attivi e passivi.

Nell’ambito del processo aggregativo si è reso necessario attuare una riorganizzazione societaria delle attività svolte al fine di valorizzarle e renderle compliant con il modello di business del Gruppo Iren.

Per questo motivo il sito www.acamspa.com verrà mantenuto quale archivio di consultazione dei servizi e delle informazioni del Gruppo Acam aggiornato fino al 30.10.2018.

La gestione delle discariche

Processo di biostabilizzazione e igienizzazione di rifiuti solidi urbani in sito presso le discariche di Val Bosca (Comune della Spezia) e di Le Gronde (Comune di Bonassola - SP)

Introduzione:

ACAM S.p.A. ha sperimentato, e quindi applicato, i processi di biostabilizzazione ed igienizzazione a flusso unico come tipologia di pretrattamento nelle modalità di gestione delle discariche di Le Gronde, nel Comune di Bonassola, e di Val Bosca nel Comune della Spezia.

Per pre-trattamento meccanico biologico a flusso unico si intende un processo che, a seguito di una pre-frantumazione del rifiuto urbano ed a un successivo trattamento biologico aerobico, permette di ottenere un prodotto biologicamente stabile ed igienizzato.

Tale metodo è un’alternativa al trattamento a “separazione di flussi” che prevede un pre-trattamento meccanico per separare il secco (sovvallo) e l’umido (sottovaglio); tenendo conto dell’intercettazione della frazione organica a mezzo della raccolta dedicata e della necessità per le nuove modalità di gestione di sottoporre a trattamento biologico anche la frazione residua, la separazione dei flussi appare inutile ai fini della stabilizzazione.

Sfruttando l’esotermia delle reazioni per innalzare la temperatura a valori superiori a 60 °C, si accelera la decomposizione aerobica della componente biodegradabile del rifiuto e, se tale condizione è mantenuta per più giorni, si ottiene, in seguito a processi di pastorizzazione, anche l’igienizzazione del rifiuto.

Risultato finale è la degradazione delle frazioni putrescibili e la concentrazione relativa delle frazioni recalcitranti (frazioni ligneo-umiche) che conferiscono al rifiuto caratteristiche di elevata stabilità biologica.


Copyright © 2007/2015 ACAM SpA - Via Alberto Picco 22 - 19124 La Spezia [SP] Italia - P.IVA 00213810112 - [Privacy & Policy]      Abbonamento alle news ACAM
Sito ottimizzato per la visualizzazione con browser di nuova generazione